Posted on Lascia un commento

rolex Daytona Oyster 40 mm platino 116506

Il Rolex Daytona 116520 è stato con noi in line with oltre sixteen anni, dal suo debutto nel 2000 fino alla sua sostituzione, il 116500 in ceramica integrale (fingers-on qui) ha debuttato nel 2016. L’acciaio Daytona non è stato solo un uccello raro che Rolex ha spesso reso estremamente difficile da ottenere, ma anche un’icona tra i cronografi di lusso. Ne ho avuto uno in giro in line with un paio di settimane e, non molto pace dopo aver iniziato rolex Daytona Oyster 40 mm platino 116506 a indossarlo, mi sono posto la domanda: l’acciaio Daytona è un vero orologio da innamorati? È invecchiato bene? Ha conservato la sua magia, o la sua fama ha fatto abbassare l. a. guardia mentre la concorrenza diventava sempre più feroce ogni anno? Molte domande in line with los angeles testa, quindi ho iniziato a cercare risposte.


Se non hai amici e vuoi assicurarti che rimanga così, prova a incontrarne di nuovi nelle lobby degli lodge, o su internet, prendendo in giro tutto, sempre. In alternativa, impara semplicemente questi numeri e usali spesso durante le riunioni pubbliche: 6239, 6240, 6262, 6269, 16520, 116520. Ci sono altri riferimenti a Daytona, ma questi sono già sufficienti in keeping with mantenere gli esseri umani decenti e divertenti dallo spendere troppo tempo intorno a te, dovresti parlarne spesso? L’accento è posto sul non chiamare tutto according to il suo riferimento tutto il  repliche rolex orologi italy shop pace come una doccia totale – e non sull’essere ignoranti sulla storia dell’orologio.
Sebbene Rolex producesse cronografi almeno dagli anni trenta, l. a. storia di Daytona può essere fatta risalire agli anni Cinquanta, quando Rolex realizzò alcuni cronografi che a volte erano quasi inimmaginabilmente intitolati “Cronografo”. Le cinque linee di sfoggio dei quadranti erano ma un semplice sogno orologi rolex economici a quel punto. Rolex sembra non volere davvero che tu sappia molto su questi modelli spodestati – non un cronografo pre-Daytona è nella loro pagina di storia altrimenti molto dettagliata, né uno nella loro pagina di storia ancora più dettagliata sul loro sito di sola stampa.


In poche parole, los angeles cosiddetta storia di “pre-Daytona” che potresti voler sapere è che il nome Cosmograph Rolex fu registrato già nel 1955, e che il riferimento 6238, introdotto nel 1961 (alcune fonti dicono il 1963), technology un cosmografo dall’aspetto solido che non aveva ancora aggiunto il nome di Daytona. Che Rolex vuole che tu sappia è il Rolex Cosmograph Daytona riferimento 6239 del 1963, il primo “Daytona appropriato”. È stato soprannominato “Daytona” dopo che l’associazione Rolex con il Daytona international Speedway iniziò nel 1962. Ancora, ad oggi, il nome completo di Daytona è Rolex Oyster Perpetual Cosmograph Daytona.
Il 2000 ha visto il debutto del Rolex Daytona 116520 e con esso il famoso calibro Rolex 4130 che, naturalmente, sta battendo all’interno di questa unità di revisione così come l’ultima generazione 2016 della Daytona. Anche i quadranti e il braccialetto sono stati cambiati intorno al 2000, ma questo non è un paragone tra questi modelli precedenti, quindi concentriamoci sulla “Daytona d’acciaio” di 16 anni di questa recensione, come si cube in sussurri silenziosi tra gli appassionati di orologi che hanno sono stati familiarizzati con le liste di attesa incredibilmente lunghe e l’esclusività stratosferica, sebbene dichiaratamente autoinflitta di esso.Farci saltare nel futuro, lasciando il resto della storia di Rolex Daytona – pieno di riferimenti strani, affascinanti e rari – a te consistent with los angeles ricerca, e passare direttamente al riferimento Rolex Daytona 16520. Notare il riferimento a 5 cifre in contrapposizione al numero a 6 cifre delle varianti moderne. Introdotto nel 1988 e in produzione fino al 2000, il 16520 è spesso indicato come lo “Zenith Daytona” in quanto equipaggiato con il calibro Rolex 4030, un movimento basato sullo Zenith El Primero che Rolex modificò principalmente montando una diversa ruota di scappamento e molla del capello, e facendo cadere la sua frequenza operativa dal famoso El Primero da 5Hz a 4Hz. Prima del 1988, Rolex Cosmograph Daytonas usava i calibri a base di Valjoux a carica manuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *